Cavalcata solitaria verso il Carpegna


Considerando il particolare e stupendo stato di forma che attraversavo, la cavalcata verso il Carpegna non è
 stata comunque semplice, se poi ci mettiamo anche qualche errore di percorso tutto diventa più complicato ma anche divertente: 130 chilometri circa con quasi 2000 metri di dislivello.

Purtroppo questa lunga cavalcata l’ho percorsa in solitaria, ma un amico dell’Hotel Dory, il bike hotel di Riccione, mi ha spiegato per filo e per segno ogni metro di questo giro: grazie Alessandro!

Comunque, anche se partito da solo, non ho impiegato molto tempo a trovare dei compari di percorso. Due “indigeni locali” con il quale ho condiviso questa bellissima giornata e con i quali ho stretto subito amicizia.

Che dire del percorso, bello, affascinante, intrigante e a volte difficile ma la soddisfazione più grande è di potersi arrampicare su quella salita dove uno dei più grandi campioni del ciclismo (Marco Pantani) si allenava spesso.

Non pensavo che nell’entroterra romagnolo ci potessero essere dei panorami e dei percorsi così.

Sono rimasto particolarmente sorpreso dall’ottimo stato delle strade e del rispetto degli automobilisti romagnoli nei confronti dei ciclisti, grazie di cuore.

Il prossimo anno si replica: ricordate solo che il giro si fa “A TUTTAAAAAA”

Davide