Il diario di una giornata passata in bicicletta… le impressioni della nostra guida Licia.

Ecco come il Dory Bike HoteI cura i suoi percorsi.

C’è fermento questa mattina all’hotel Dory! Oggi è martedì ed è la giornata dedicata al “giro lungo”, un percorso che prevede 102 Km. per il gruppo denominato “cappuccino light”, 112 Km. per il gruppo “cappuccino”, 135 Km. per “cappuccino super” e 146 Km. per “limoncino”;

Per ogni ciclista è possibile quindi scegliere l’escursione più adatta al proprio allenamento, infatti le quattro scelte si distinguono anche per media di velocità.

Normalmente io sono la guida del gruppo cappuccino, ma oggi, in via del tutto eccezionale, parteciperò al tour come semplice turista.

La nostra meta è Urbino, splendida città d’arte, culturalmente ricchissima e sede di una delle più importanti università italiane.. un sogno per ogni cicloamatore, dal momento che si trova a quasi 450 metri d’altezza..mi aspettano dunque 112 Km., molti dei quali in salita!

Ma sono già le 8.30, è ora di partire! Con me e Bartolo, che è la guida, ci sono 12 ciclisti: francesi, inglesi e olandesi, 12 persone, ognuna con la propria storia, esperienza e motivazione, ma la magia della bicicletta è tale che quando si sale in sella e si comincia a pedalare, tutte le diversità si annullano e si è subito amici, uniti da un’unica passione.

La macchina organizzativa dell’hotel Dory, prevede anche un pulmino al nostro seguito: a bordo c’è Mr. Drelli, per noi un mito, il nostro meccanico che documenterà il tour con foto e filmati e in cima alle salite più difficili, ci rifocillerà con banane, panini e acqua… ma intanto, confortati dal caldo sole di una bellissima giornata di primavera, abbiamo già oltrepassato Tavullia e ci avviciniamo alla salita che ci porterà a Torre San Tommaso, salita non difficile, un 34-19 è sufficiente, che offre un panorama maestoso ed emozionante che culmina con la visione di Urbino.

Qui facciamo una piccola sosta, rapiti e ammutoliti dalla bellezza del paesaggio.

Le chiacchiere, la condivisione della fatica e la gioia di essere immersi in quella natura così prorompente, ci accompagnano per tutto il percorso…

A Urbino, di cui abbiamo visitato il centro storico, e dove ci siamo fermati per un caffè, abbiamo dato modo a Mr. Drelli di dar sfoggio della sua arte nel campo della fotografia…

Riprendiamo le nostre biciclette e scendiamo lungo una bellissima strada che arriva fino ad Urbania, ma noi dopo 10 Km. giriamo a destra, verso Pieve Di Cagna: qui si ha veramente l’impressione di essere fuori dal mondo… traffico inesistente , immense vallate e, complice la primavera, alberi fioriti e colori ovunque guardiamo… così, mentre pedalo felice, mi viene in mente “The Long and Winding Road” dei Beatles, splendida colonna sonora per questo bellissimo giro!

La salita che ci porta a Tavoleto e poi a Montefiore, ci offre ancora un panorama emozionante che ci accompagna fino a S.Clemente.

Qui facciamo un’altra piccola sosta, ancora foto… e quando al verde degli alberi e al giallo e al rosa dei fiori si aggiunge l’azzurro del mare, ecco, è allora che siamo arrivati a Riccione, dove ci aspetta il ricco buffet dell’hotel Dory!

E’ stata un’esperienza intensa, ricca di emozioni e di allegria… è stato anche faticoso, il dislivello che abbiamo percorso è di circa 1250 m.e , ma ne è valsa la pena!

Adesso ci prepariamo per un’altra escursione e aspettiamo il venerdì sera, quando in hotel tutti insieme rivedremo le foto scattate da Mr. Drelli, e sarà un po’ come rivivere questa fantastica giornata….

Ah!…dimenticavo: mettete l’olio alle catene!

Vi aspetto. Licia